Angie

Grignolino d'Asti
D.O.C.

La sua storia ha radici profonde, nasce infatti tra gli antichi vitigni piemontesi.

Coltivato soprattutto nel Monferrato, deve il suo nome a “grignola” un termine dialettale usato per indicare i semi dell’uva che in questa varietà sono più numerosi rispetto ad altre.

Molto esigente in termini di clima e terreno, difficile da coltivare, ma che regala un vino originale, imprevedibile ed estroso.

Una nonna nel fiore dei suoi anni, giovane, consapevole delle sue capacità ma nata in un tempo che ancora non è pronto per le sue idee.
Così è questo vino, fuori dagli schemi: rosso leggero, tannino leggero, gradazione alcolica leggera, ma generoso con chi sa apprezzarlo.

Angiolina, la nostra bisnonna. Da lei sicuramente abbiamo ereditato la determinazione e la tenacia nel perseguire onesti fini per realizzare i nostri sogni.
100% Grignolino
La vendemmia avviene manualmente per mantenere alta la qualità del prodotto, si effettua a inizio ottobre e i grappoli scrupolosamente scelti sono avviati immediatamente alla vinificazione.
Dopo la pigiatura, il mosto fermenta circa 15 giorni a contatto con le bucce. Alla fermentazione alcolica segue immediatamente la fermentazione malolattica che attenua l’acidità del vino conferendogli armonia ed equilibrio.
Immesso al consumo poco tempo dopo l’imbottigliamento, consigliamo di consumarlo giovane per trarne il massimo piacere e apprezzarne fragranza e freschezza.

Colore rosso rubino tenue. Profumo fiorito e delicato, con sentori tipici di marasca, sottobosco e una delicata parvenza di spezie orientali.
Al palato si presenta secco ma armonico, caldo e piacevole con un raffinato retrogusto leggermente amarognolo.

Vino da tutto pasto, predilige abbinamenti con antipasti e primi piatti data la sua alta carica di profumi.

condividi:
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
acquista on-line:

Prossimamente su amazon...